L’Istituto Nautico “Alfredo Cappellini” di Livorno o, per meglio dire, l’ISTITUTO TECNICO PER LA LOGISTICA ED I TRASPORTI (come ora si chiama), ha di recente compiuto un notevole salto di qualità, dotandosi di una nuovissima attrezzatura.

Si tratta di un simulatore di navigazione e manovra, in grado di riprodurre le più disparate situazioni operative. Consta di una consolle con i comandi che usualmente si trovano in plancia comando, di un certo numero di monitor, che consentono di visualizzare la cartografia elettronica, la schermata radar e così via, e soprattutto di tre grandi schermi che riproducono la visuale che si ha dal ponte di comando di una nave.

Naturalmente può essere selezionato il tipo di nave, e si possono scegliere le condizioni meteo da simulare.

L’apparecchiatura è di fondamentale importanza per l’addestramento dei futuri ufficiali di coperta, che potranno così familiarizzarsi con quelli che saranno i problemi da risolvere durante la loro vita professionale.

L’apparecchiatura, analoga a quella in dotazione già da qualche anno all’Accademia Navale, è prodotta dalla Sindel, un’azienda leader nel campo dell’automazione navale.

Il costo, di diverse decine di migliaia di euro, è stato coperto grazie al finanziamento della Fondazione Livorno, che ha così dimostrato una volta di più la propria sensibilità verso l’istruzione nautica nella nostra città.

È fuor di dubbio che, in questo modo, l’Istituto “Cappellini” si ponga come una delle più efficienti ed attrezzate istituzioni marittime italiane.